|   Vedi elenco prodotti

 

 

La Fattoria di Petrognano, proprietà della famiglia Pellegrini dal 1962, si trova a 2 km. dal paese di Montelupo Fiorentino, comune
internazionalmente conosciuto per la produzione della ceramica. Composta da un unico corpo, è posta su un caratteristico sali-scendi
toscano che domina la valle dell’Arno, lungo una strada che congiunge Montelupo Fiorentino a Montespertoli. L'azienda è immersa in
un’oasi di pace e serenità: i suoi vigneti si estendono intorno alla villa madre ed al complesso agrituristico e nella totalità degli
appezzamenti viene attuata una conduzione in biologico rispettosa dell’ambiente. L'età media delle piante é di circa 35 anni, parte di
queste non sono ancora entrate in produzione e daranno futuro e continuità alla qualità delle uve prodotte. Tra la parte superiore e la
vallata sottostante, attraversata da due torrenti, si trovano terreni di origine pliocenica, di medio impasto, ben esposti, profondi e ben
vocati alla coltivazione delle piante arboree da frutto (vite ed olivo in particolare). I vigneti si trovano ad una altitudine di 250/300 metri sul
livello del mare, la giacitura è sempre collinare con esposizione sud-sud ovest.
La cantina della Fattoria di Petrognano è stata realizzata secondo le tecniche più moderne, ma senza dimenticare la tradizione.
Contenitori in acciaio inox a temperatura controllata per le fermentazioni e il successivo stoccaggio, piccole botti di rovere francese e
alcune botti di media dimensione (25 e 30 Hl) per l’affinamento. Obiettivo della famiglia e di tutti i collaboratori é quello di ottenere la
migliore qualità possibile nel rispetto della terra che ha donato i suoi frutti.

Il vino più prodotto della Fattoria di Petrognano è il Chianti nella tipologia “giovane” e rappresenta il 70% della produzione totale. La sua vinificazione è tradizionale, in acciaio inox, con macerazioni sulle bucce non troppo prolungate. Dopo aver vinificato separatamente l’uva di ogni singola vigna di Sangiovese e di Canaiolo si assemblano, con attenta degustazione, i migliori contenitori. Il risultato andrà a formare il taglio del Meme Chianti docg (il suo nome indica il soprannome che il nipote Emanuele dava al nonno, anche lui Emanuele).
Il risultato è un vino da tutto pasto, ottimo anche servito fresco in estate. Esclusivamente nelle migliori annate e con parte delle stesse partite selezionate, andrà in affinamento in legno il Meme Chianti Riserva docg.
I legni, di diverse misure, sono tutti di rovere francese o di Slavonia. Ne risulta un vino più importante e di ottima longevità. Molto importante, in particolare nelle ultime vendemmie è stata la rivalutazione del Trebbiano.
L'azienda esprime le sue potenzialità con due vinificazioni diverse: una in acciaio ottenendo un vino semplice ma con sfumature interessanti; la seconda conducendo la fermentazione in orci di terracotta/ceramica: dopo circa 3 mesi di maturazione sulle bucce il prodotto assume colore e caratteristiche olfattive e gustative diverse, un risultato che conferisce a questo vino un’ancor più precisa identità territoriale.

Rinomato per la sua qualità è anche l’Olio Extravergine di Oliva a Indicazione Geografica Protetta “Toscano delle Colline di Firenze”, ricavato dalla spremitura a freddo delle olive, raccolte a mano con l’ausilio di piccoli rastrellini e portate quanto prima possibile al vicino frantoio. Le specie di olivi presenti a Petrognano sono il Frantoio, il Moraiolo e il Leccino, per un totale di circa 2000 piante in età comprese tra i 15 e i 110 anni.

L’ultimo nato è l'Agriturismo della Fattoria di Petrognano, dove insieme ai prodotti genuini della Fattoria si può godere dell’incantevole paesaggio dei vigneti, oliveti e filari di cipressi che permettono di ritrovare la pace e la tranquillità di uno stile di vita naturale.