TORNA ALLE AZIENDE DISTRIBUITE
MASSIMO ROMEO

  VINI  |   Italia   |  Toscana  

PRESENTAZIONE

"VI PRESENTO LA MIA AZIENDA"

"Molto per scelta e solo un pò per caso mi trovo a condurre una azienda di piccole dimensioni e formata, oltretutto, da due unità poderali con diverse vocazioni a causa della natura e giacitura dei terreni.
I due poderi si trovano infatti in zone opposte di Montepulciano e sono state da me scelte proprio per le loro diverse caratteristiche che le rendono adatte alle due distinte coltivazioni: la vite e l'olivo.
Il "Podere Corsica" si trova, infatti, in località Nottola ad un'altitudine di circa 330 m. s.l.m., nel cuore delle colline coltivate a Vino Nobile di Montepulciano, mentre il "Podere Totona" si trova ad un'altitudine di circa 560 m. s.l.m., in una zona dove l'olivo trova un habitat perfetto.

I vigneti di Nottola hanno un'esposizione ottimale per l'irradiamento solare ed il terreno, di medio impasto e ghiaioso, regala ai vini che vi nascono una ricchezza ed una particolarità di profumi che lo rendono estremamente caratteristico; a ciò si aggiungono corposità e pienezza che si fondono felicemente con un'eleganza tutta da scoprire.
Grazie alle ridotte dimensioni dell'azienda sono in grado di occuparmi personalmente dell'organizzazione di ogni fase della produzione, pur essendo coadiuvato da un professionista di valore per quanto riguarda particolarmente il settore più strettamente enologico.
Questo mi consente di perseguire obiettivi precisi che non rispondono semplicemente ad esigenze di mercato, ma soprattutto seguono la mia idea ed il mio progetto qualitativo.

La produzione aziendale è molto limitata, sia per la sua estensione di soli Ha. 5,50 di vigneti specializzati in produzione, sia per il sistema di coltivazione e di produzione auto limitato.
Ho scelto di lavorare così perché punto a portare in cantina le uve nelle migliori condizioni sanitarie.
Dal 1990 ho coltivato le mie due piccole aziende con metodi naturali senza usare prodotti antiparassitari di sintesi, ne tanto meno diserbanti e insetticidi e senza fare uso di concimi chimici, preferendovi i concimi naturali.
La mia idea di agricoltura è sempre stata vincolata alla sostenibilità e alla eco-compatibilità ambientale.

Da due anni ho deciso di concretizzare legalmente queste mie scelte - che sono poi anche le mie scelte di vita - iscrivendomi "nell'Elenco Regionale Toscano degli Operatori Biologici" e, ottenendo già dal passato anno l'Attestato di Conformità di Azienda Biologica in riconversione dall'Organismo di Controllo "Suolo e Salute".
Questa mia scelta è stata dettata da una precisa volontà di contribuire a realizzare, per quel che mi è possibile, un agricoltura migliore, che rispetti maggiormente la natura e che si sforzi di realizzare prodotti della terra sani e genuini, preservando le "biodiversità" che sono e resteranno il valore aggiunto dei prodotti italiani e patrimonio della collettività.

"VI SPIEGO COME LAVORO IN VIGNA ED IN CANTINA"

La potatura delle viti, che avviene nel mese di Gennaio e di Febbraio, è impostata sul cordone speronato, con un carico di gemme che non supera le otto - dieci, fatto questo che mi permette di controllare la quantità di produzione delle uve fin dal principio della ripresa vegetativa.

Nei mesi primaverili tutte le piante vengono manualmente ripulite, zappate e sfogliate a secondo delle necessità del momento, pratiche agronomiche molto antiche e costose, indirizzate ad ottenere la più alta qualità sanitaria del prodotto.
I trattamenti antiparassitari possono essere ridotti al minimo proprio per il tipo di assistenza manuale che le piante ricevono giornalmente e per il microclima particolarmente favorevole sul quale l'azienda può contare.
Tra i mesi di Giugno e Luglio opero un drastico diradamento dell'uva asportando tutti i grappoli che sono al di sopra di quelle che ritengo le capacità produttive di ogni singola pianta.
Il carico medio di grappoli per pianta è di otto, per far si che la maturazione e la concentrazione zuccherina siano ottimali.

Nel mese di Agosto, tradizionalmente caldo e molto importante per la maturazione delle uve, tutti i vigneti vengono - nella parte centrale del filare - lavorati meccanicamente per rendere il terreno maggiormente fresco e nelle condizioni per sfruttare anche la minima umidità delle notti. In questo modo metto le piante in condizione di non accusare stress idrico, a tutto vantaggio dell'equilibrio della maturazione che contribuisce ad un significativo anticipo della vendemmia.

Con il mese di Settembre arriva il periodo più importante dell'anno, quello della vendemmia, che viene effettuata esclusivamente a mano.
I vendemmiatori, se necessario, lavorano riempiendo contemporaneamente due piccole cassette da 10 Kg, una per la prima ed una per la seconda scelta delle uve.
In questo modo riesco a far arrivare in cantina uve integre e di qualità differente a seconda del prodotto che voglio ottenere. Le operazioni di raccolta vengono effettuate in cinque - sei giorni al massimo, in modo da poter raccogliere le uve nel momento più propizio, valutandone lo stato di maturazione e l'equilibrio analitico migliore.
Inoltre la vendemmia è preceduta, se necessario, da un passaggio in vigna per eliminare eventuali grappoli di cattiva qualità.
Le uve dopo essere state pigiate e diraspate vengono messe in piccoli fermentini di acciaio inox dove fermentano per almeno 10 - 15 giorni. Per tutto questo periodo vengono effettuati "rimontaggi" e follature, irrorando con il mosto le bucce per ottenere la massima estrazione di colore e di profumi.
Anche la fermentazione malolattica avviene in acciaio, segue l'elevazione in piccole botti di rovere (25-30 Hl), in tonneau ed in barriques, per un periodo che varia dai 6 ai 24 mesi a seconda delle tipologie dei vini. Durante questi mesi i vini vengono seguiti scrupolosamente da me e dal cantiniere che, rispettandone tempi e necessità, provvede a compiere i travasi botte per botte. Al termine dell'affinamento in legno ogni singola botte viene, per l'ultima volta, analizzata e valutata dall'enologo e da me, prima di decidere insieme i vari blend.

Firmo le mie bottiglie e su ognuna di esse è riportato il quantitativo della produzione dell'anno per singolo tipo di vino, quale ulteriore garanzia della scrupolosa artigianalità e qualità del lavoro, a tutela del consumatore.

Non lavoro ignorando i colleghi e la terra di Montepulciano e per questo ho scelto di confrontarmi e collaborare con chi cerca come me di produrre vini sempre migliori e di valorizzare il luogo dove siamo nati e dove ho scelto di vivere insieme alla mia famiglia, per questo sono associato al Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.

MASSIMO ROMEO

CONTATTI

Az. Agr. Massimo Romeo
Cantina e vigneti:
Podere Corsica SS. 326 n°25
Loc. Nottola 53045 Montepulciano SI
Tel: +39 0578 708599
Fax: +39 0578 708599

www.massimoromeo.it